I Cittadini di Corridonia in visita ai luoghi della Memoria delle Medaglie d’Oro Filippo Corridoni ed Eugenio Niccolai

Nel mese di ottobre 2015 la Città di Corridonia si appresta a realizzare una degna commemorazione della morte del suo figlio più illustre, il concittadino ed eroe Filippo Corridoni, caduto il 23 ottobre 1915, all’età di 28 anni, a Sagrado nella Trincea delle Frasche, decorato Medaglia d’Oro al Valore Militare. Filippo Corridoni ebbe un ruolo molto attivo, come organizzatore sindacale, per l’emancipazione, non soltanto economica, delle classi sociali più deboli.  Egli dedicò tutta la sua giovane esistenza ai suoi ideali, meritandosi anche da vivo il rispetto dei suoi avversari, per il sincero e disinteressato impegno civile svolto sempre in prima fila.

Nell’ambito di queste commemorazioni, il Comune di Corridonia per non dimenticare i suoi due concittadini ed eroi M.O.V.M. Filippo Corridoni ed Eugenio Niccolai,  il 12 e 13 settembre 2015 ha organizzato una visita istituzionale per la cittadinanza nei luoghi della Grande Guerra.

Tappa fondamentale di questo viaggio istituzionale è stata la cerimonia commemorativa celebrata al Monumento di Filippo Corridoni (situato sul sentiero principale dell’Area delle Battaglie) alla quale hanno partecipato anche i Sindaci dei Comuni di Redipuglia Antonio Calligaris,  di Sagrado Elisabetta Pian e numerosi associazioni combattentistiche locali. Durante la cerimonia il Sindaco Nelia Calvigioni ha sottolineato l’importanza della riscoperta della figura di Filippo Corridoni, della sua autentica personalità e della ricerca della corretta collocazione storica. La sua morte eroica suggellò un’esistenza ricca di volontà di giustizia e di libertà, valori universali dei quali anche la nostra vita moderna ha tanto bisogno.

La visita istituzionale è proseguita, poi,  nei luoghi della memoria del Cap. Eugenio Niccolai, impegnato al fronte durante la Grande Guerra sull’Altopiano di Asiago, a cui, dopo l’eroica morte avvenuta a Col del Rosso nella battaglia dei “Tre Monti”  il 31 gennaio del 1918, fu tributata la Medaglia d’Oro al Valor Militare. Toccante e significativa è stata anche la cerimonia commemorativa svoltasi in loc. Casera Melaghetto al monumento in onore al Cap. Eugenio Niccolai (inaugurato nel settembre 2009) alla quale hanno sentitamente partecipato il Sindaco di Gallio Emanuele Munari e l’Associazione Alpini dell’Altopiano di Asiago.

Momenti non solo celebrativi ma un doveroso omaggio a quelli che caddero per la nostra nazione con la presa coscienza della consapevolezza del sacrificio per la Patria di migliaia e migliaia di giovani e soprattutto sul significato e  l’importanza della “Memoria”, strumento per sapere da dove veniamo e come costruire il nostro futuro, perché essa non significhi qualcosa di perso nel passato, qualcosa da archiviare…qualcosa da lasciare solo ai libri.

Al viaggio istituzionale hanno partecipato anche il  Presidente del Consiglio Provinciale e Vice Sindaco Paolo Cartechini, l’Assessore Stefania Tamburrini, l’ex Sindaco David Bevilacqua che durante il suo mandato, anno 1987, si svolsero le celebrazioni per il primo centenario della nascita di Filippo Corridoni e Tonino Mengoni rappresentante del Comitato per le celebrazioni del Centenario Corridoni.

Contenuto inserito il 15/09/2015
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità